Progetto Italia Malta
01 02 03 04 05 06 07 08 09 10 11

Il Progetto

Il progetto propone la coltivazione della vite e la valorizzazione dei suoi derivati quale sistema remunerativo a tutela dei territori dall’erosione. Le attività previste sono state suddivise in 6 pacchetti ognuno dei quali risponde ad un obiettivo specifico e concorre al raggiungimento dell’obiettivo generale del progetto.
Il primo pacchetto di attività "gestione e coordinamento", prevede la partecipazione di tutti i partner e attraverso la definizione di un comitato di pilotaggio, garantirà la corretta gestione del progetto e il coordinamento delle attività tecniche e amministrative.
Il secondo pacchetto di attività chiamato "studio del territori", prevede la partecipazione di diversi partner (IRVOS, CSEI, comuni di Lampedusa e Linosa e di Pantelleria, Università di Malta). L’obiettivo specifico è l’individuazione delle zone a rischio di erosione dove impiantare la vite, differenziandole in funzione delle migliori scelte colturali.
Il terzo pacchetto di attività, chiamato "Valorizzazione delle uve" prevede la partecipazione di IRVOS, CSEI, Università di Malta, Ministero dell'Agricoltura e OP). Le attività di ricerca e di sperimentazione programmate consentiranno l’individuazione dei migliori vitigni e delle condizioni colturali ottimali, anche in riferimento alle risorse idriche, con studi agronomici effettuati dai tre enti di ricerca coinvolti e la collaborazione dei produttori.
Il quarto pacchetto di attività rappresenta il corretto proseguimento delle attività precedenti, attraverso la realizzazione di prove enologiche con la collaborazione di IRVOS, Ministero dell'Agricoltura e OP maltesi. Tali studi enologici mirano a definire dei protocolli di produzione ottimali al fine di ottenere prodotti di qualità e di conseguenza incrementare il valore delle uve rendendo remunerativa la coltivazione della vite. Le attività saranno realizzate sia presso la cantina sperimentale dell’ IRVOS a Marsala sia presso aziende direttamente coinvolte.
Il quinto pacchetto di attività prevede uno scambio integrato di conoscenze tra IRVOS, Ministero dell’Agricoltura e OP maltesi nonchè la creazione di un centro sperimentale a Malta. Si vuole innescare un processo di miglioramento delle competenze dei partner maltesi con riferimento ai protocolli tecnici di coltivazione della vite e di trasformazione delle uve, al fine di renderli autonomi prima della conclusione del progetto.
L’ultimo pacchetto prevede la realizzazione di attività di informazione e di divulgazione. Attraverso il coinvolgimento di tutti i partner nei vari territori interessati dalla ricerca e dalla sperimentazione si punta alla divulgazione dei risultati raggiunti sia per sensibilizzare gli abitanti sul tema della difesa sia per individuare nuovi strumenti di promozione dei territori.

Risultati attesi:

  • Studi sul suolo dei territori di Malta, Gozo, Linosa e Pantelleria
  • Realizzazione di un Sistema Informativo Territoriale che consenta l'individuazione delle aree suscettibili al rischio erosivo (eolico e/o idrico) e all'abbandono, ove impiantare la vite
  • Individuazione delle migliori modalità di allevamento e gestione dei vitigni autoctoni maltesi e realizzazione di un manuale di corretta gestione del vitigno
  • Individuazione dei vitigni internazionali in grado di crescere nel territori maltesi
  • Individuazione delle modalità di allevamento e gestione del vitigno Zibibbo nelle isole di Gozo, Linosa e Pantelleria
  • Individuazione di protocolli enologici per l'ottenimento di prodotti ad alto valore aggiunto
    derivati da uve autoctone maltesi e da vitigni internazionali
  • Individuazione di protocolli enologici per l'ottenimento di prodotti ad alto valore aggiunto
    derivati da uve Zibibbo
  • Miglioramento delle competenze tecniche dei partner maltesi

Durata del progetto:
20 aprile 2011 – 19 aprile 2013

Localizzazione delle attività:
Catania, Lampedusa, Linosa, Marsala, Palermo, Pantelleria, Ragusa e Malta

© 2011 PO Italia Malta 2007-2013
Payoff Progetto Italia Malta